Banche&Pagamenti

Da IBL Banca il conto digitale che remunera le giacenze

ControCorrente utilizza la tecnologia Spid per l’identificazione a distanza ed è anche attento all’ambiente

Si chiama ControCorrente, proprio per sottolineare la sua diversità, ed è il nuovo conto corrente digitale targato IBL Banca che remunera le giacenze. Un servizio di banking, completo ed evoluto, che prevede un tasso di interesse lordo fino allo 0,30% sulla liquidità presente sul conto e la possibilità di ottenere remunerazioni più elevate tramite delle opzioni di time deposit. Una caratteristica decisamente “contro corrente” rispetto alla direzione del mercato che tende a disincentivare il deposito sul conto di liquidità non investita.  

Il conto, dotato di tutte le funzionalità di utilizzo quotidiano e dei servizi per pagamenti digitali, è stato pensato per le famiglie, per il segmento dei lavoratori dipendenti o dei pensionati, ma possiede le caratteristiche per rispondere anche alle esigenze di un target più giovane e digitalizzato.

“Il conto corrente continua ad essere uno strumento centrale per le famiglie e le persone. Abbiamo realizzato un prodotto nuovo e competitivo che remunera la liquidità, sia per meglio soddisfare le esigenze della nostra attuale clientela che per intercettare un più ampio bacino di utenza”, ha spiegato Mario Giordano, amministratore delegato di IBL Banca.

Parallelamente al lancio del conto, IBL Banca ha aderito all’iniziativa LifeGate PlasticLess® adottando 3 dispositivi Seabin – particolari cestini in grado di filtrare e raccogliere dai mari plastica, microplastica e rifiuti – nelle marine di Villasimius Capo Carbonara (CA), nota per una riserva naturale dove la biodiversità è un patrimonio da tutelare con maggiore attenzione, Capo d’Orlando (ME) e Pescara.

“L’obiettivo di LifeGate PlasticLess® è anche quello di diffondere un cambiamento culturale per avviare un cambio di rotta – spiega Enea Roveda, ceo di LifeGate – ringraziamo IBL Banca per aver aderito al progetto, condividendo la volontà di contribuire attivamente alla risoluzione di un grave problema ambientale, come quello dell’inquinamento dell’acqua da plastica e microplastiche”.

Un singolo dispositivo è in grado di catturare circa 500 kg di rifiuti galleggianti all’anno equivalenti in peso a 30.000 bottigliette da 0,5 litri, 100.000 sacchetti e 250.000 cannucce di plastica. Con 3 Seabin si potranno raccogliere circa 1,5 tonnellate di rifiuti dal mare da destinare alla differenziata o al riuso. Il dispositivo viene immerso nell’acqua con la parte superiore al livello della superficie, in un punto di accumulo dove venti e correnti tendono a far convergere i rifiuti galleggianti. Grazie alla pompa collegata alla corrente il dispositivo è in grado di trattare 25 mila litri di acqua all’ora e di convogliare i detriti al suo interno.

Il conto ControCorrente è attivabile online sul sito dedicato (controcorrente.it), oltre che presso le 54 filiali di IBL Banca, ed è il primo che utilizza la tecnologia Spid per l’identificazione a distanza.

Sono disponibili 4 pacchetti (da Semplice a Straordinario) con servizi diversi, sistemi di pagamento di ultima generazione come Plick e Bancomat Pay, un ventaglio di carte di debito e di credito – tra cui le nuove carte di debito in materiale biodegradabile – associabili ai principali sistemi di mobile payment (Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay) per agevolare e incentivare i pagamenti elettronici.

Il canone varia in base al pacchetto, può essere ridotto e anche azzerato attivando servizi e prodotti aggiuntivi, oltre a poter essere compensato grazie alla remunerazione garantita.

Sui canali on line della banca sono previsti aggiornamenti costanti e notizie sul tema della sostenibilità ambientale e focus sulle storie di persone che hanno raggiunto piccoli e grandi traguardi grazie alla loro capacità di pensiero laterale e innovazione.

Commenta



Articoli correlati

Premi in criptovalute per i correntisti giapponesi

Andrea Dragoni

Le banche migliori secondo i correntisti italiani

Chiara Santilli

Bper sempre più smart: debutta la nuova app

Chiara Santilli
UA-69141584-2