Casa&Famiglia Primo piano

Bonus 200 euro, il modulo per ottenerlo

Per ottenere l’una tantum, i lavoratori dipendenti devono consegnare in azienda una autocertificazione. Ecco il fac-simile

Manca poco all’arrivo del bonus 200 euro previsto dal decreto Aiuti in funzione anti-rincari. Per l’agevolazione sono stati stanziati 6,3 miliardi di euro e, secondo le stime, dovrebbe interessare oltre 31 milioni di italiani. Lavoratori dipendenti, pubblici e privati, autonomi, stagionali, pensionati, colf e badanti, disoccupati e percettori del reddito di cittadinanza. L’Unico requisito richiesto è avere un reddito inferiore a 35 mila euro annui.

Per alcuni dei beneficiari il bonus 200 euro verrà accreditato in automatico, senza alcuna richiesta, per altri invece sarà necessario presentare un’istanza specifica.

Bonus 200 euro, quando è necessaria l’autocertificazione

I lavoratori dipendenti che hanno diritto al bonus 200 euro senza dover inviare domanda devono compilare un modulo di autocertificazione da consegnare in azienda. A erogare il contributo una tantum ci pensa poi il datore di lavoro, che lo recupererà nella forma della compensazione.

Senza l’autocertificazione, il datore di lavoro non può riconoscere il beneficio. Si tratta infatti di una sorta di autorizzazione, in cui il lavoratore dipendente dichiara di avere i requisiti necessari per ottenere il contributo.

I requisiti da autocertificare per il bonus 200 euro

In particolare, il modulo di autocertificazione deve contenere i dati anagrafici, il codice fiscale e il nome del datore di lavoro. Si deve poi dichiarare di essere in possesso dei requisiti richiesti. Come quello di aver beneficiato dell’esonero contributivo dello 0,8% nel primo quadrimestre 2022 per almeno una mensilità. Oppure di non essere titolare di trattamento pensionistico o di reddito di cittadinanza, perché in questo caso il bonus deve essere erogato dall’Inps.

Inoltre bisogna specificare che ci si impegna a non dichiarare ad altri datori di lavoro di avere diritto all’indennità. Il bonus 200 euro, infatti, spetta una sola volta anche nel caso in cui il beneficiario sia titolare di più rapporti di lavoro.

Bonus 200 euro, il fac-simile

Non esiste un modello di autocertificazione ufficiale, cioè previsto dal legislatore, per ottenere il bonus 200 euro. Ma i Consulenti del lavoro hanno predisposto un fac-simile che contiene appunto  tutte le informazioni richieste.

Commenta



Articoli correlati

Covid, come ottenere il rimborso se ci si ammala prima delle vacanze

Chiara Santilli

Reddito di cittadinanza, scatta la stretta

Chiara Santilli

Saldi estivi al via dal 2 luglio: le cose da sapere

Chiara Santilli
UA-69141584-2