Casa&Famiglia

Fisco, ampliato il servizio di videochiamata: come funziona

In 15 Regioni è possibile dialogare tramite pc, smartphone e tablet, con un addetto del Fisco per effettuare operazioni e ricevere informazioni specifiche

Il fisco è sempre più online. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha infatti ampliato il servizio di assistenza in videochiamata. Dopo la fase sperimentale avviata lo scorso autunno in alcune città, il servizio “sportello online” è ora disponibile per i contribuenti con debiti iscritti a ruolo in 15 Regioni.

Si allarga notevolmente, quindi, la platea degli utenti che, senza la necessità di andare allo sportello, possono ricevere assistenza a distanza dal fisco. E possono dialogare in tempo reale, tramite il pc, smartphone e tablet, con un addetto dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione per effettuare operazioni e ricevere informazioni specifiche su cartelle, rateizzazioni, sospensioni e rimborsi.

Fisco, dove è attiva la vieochiamata

Il servizio di videochiamata del fisco è disponibile in tutte le province delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Valle d’ Aosta e Veneto. A queste si aggiungono le province autonome di Trento e Bolzano e gli ambiti provinciali di Roma, Milano e Brescia. 

Lo “sportello online” in videochiamata nei prossimi mesi sarà esteso a tutte le Regioni. Rientra infatti nel più ampio progetto di digitalizzazione intrapreso da Agenzia delle Entrate-Riscossione con l’obiettivo di sviluppare nuovi servizi a distanza che possano rendere sempre più agevole e immediato il rapporto con i contribuenti.

Come si videochiama il fisco

L’appuntamento in videochiamata con il fisco si prenota direttamente nell’area riservata del sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it. Finora il servizio ha registrato particolare interesse nelle province già attive. Soprattutto nelle grandi città come Roma (16.688 prenotazioni) e Milano (9.875), partite in fase sperimentale lo scorso autunno. Qui si sono registrati picchi mensili del 100% di prenotazioni di videochiamate rispetto a quelle disponibili. 

La fase sperimentale ha riguardato 25 città e complessivamente sono stati prenotati circa 45 mila appuntamenti in videochiamata, quasi il 50% di quelli complessivamente disponibili. Pertanto, nonostante il crescente interesse dei contribuenti, il servizio ha le potenzialità per essere utilizzato da una fascia di popolazione ancora molto più ampia. 

Lo “sportello online” in videochiamata consente di relazionarsi con Agenzia delle Entrate-Riscossione in tempo reale, con la possibilità di svolgere le stesse operazioni disponibili allo sportello fisico, come ad esempio informazioni, assistenza per richieste di rateizzazioni, di sospensione o di rimborso. 

La piattaforma tramite cui avviene il collegamento con il fisco semplifica le procedure di riconoscimento del contribuente e permette lo scambio di documentazione anche firmata digitalmente. Per agevolare l’interazione sono stati predisposti dei moduli in formato pdf editabile che possono essere utilizzati nel corso dell’appuntamento o compilati dal contribuente preventivamente. 

Fisco, lo sportello online è anche per gli intermediari

Il servizio è attivo anche per gli intermediari fiscali abilitati che possono prenotare un appuntamento online in videochiamata per gestire una pratica dei clienti che li hanno delegati a operare su EquiPro, l’area del portale di Agenzia delle entrate-Riscossione riservata ai professionisti. 

Gli intermediari possono effettuare allo sportello online le stesse operazioni disponibili in area riservata. La sezione “Trova lo sportello e prenota”, presente sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it, consente di scegliere tra due modalità di appuntamento: in presenza o a distanza. Per prenotare un appuntamento online con il fisco basta accedere all’Area riservata del sito utilizzando le credenziali SPID o CIE ed entrare nella pagina “Appuntamenti e contatti”.

Commenta



Articoli correlati

Bonus 200 euro, c’è ancora tempo. Tutte le scadenze

Andrea Dragoni

Spending review, italiani pronti a tagliare le spese

Andrea Dragoni

L’inflazione si ferma, ma il carrello della spesa è sempre più caro

Andrea Dragoni
UA-69141584-2