Casa&Famiglia Primo piano

Il ministero del Turismo assume 120 persone

Pochissimi giorni per candidarsi al ministero del Turismo per le posizioni create dal Pnrr. Diverse le figure richieste. Ecco i requisiti necessari e come fare domanda

Ancora qualche giorno per candidarsi per una delle posizioni che avranno il compito di supportare il Ministero del Turismo nel conseguimento degli obiettivi del Pnrr. Scade infatti alle 23:59 del 7 gennaio il bando (pubblicato il 28 dicembre) per 120 assunzioni di laureati e diplomati.

In particolare il ministero del Turismo cerca 50 assistenti e 70 specialisti che dovranno essere selezionati da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo. Si tratta di varie figure professionali tra cui laureati in statistica, economia, giurisprudenza, scienze della comunicazione e lingue. Le risorse selezionate saranno impiegate con contratti a tempo determinato full time presso le sedi del ministero.

Ministero del Turismo, le figure richieste

Nel dettaglio, dei 70 posti destinati agli specialisti (livello 2 del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro per i dipendenti del settore turismo – aziende alberghiere), 30 sono destinati a figure del settore giuridico, 7 a candidati del settore turistico e dei beni culturali, 7 a specialisti nella comunicazione istituzionale, 5 a figure del settore informatico ed ingegneristico, 5 a specialisti della conoscenza delle lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo e cinese) e 16 a candidati del settore statistico o economico.

I requisiti necessari per candidarsi

Per accedere ai concorsi Enit è necessario possedere alcuni requisiti generali, indipendentemente dalla posizione per la quale ci si candida. Bisogna infatti avere la cittadinanza italiana, salve le equiparazioni, con adeguata conoscenza della lingua. È necessario poi essere maggiorenni ed essere inclusi nell’elettorato politico attivo. Inoltre, non si deve essere stati oggetto di provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione o di decadenza dall’impiego. Bisogna inoltre non aver riportato condanne che comportino l’interdizione dai pubblici uffici. Conoscenza del Pc e della lingua inglese sono altri requisiti necessari per tutti.

Per quanto riguarda i 50 assistenti ricercati dal ministero del Turismo (livello 3 del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro per i dipendenti del settore turismo – aziende alberghiere), è necessario essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Sono poi titoli preferenziali l’avere oltre 3 anni di esperienza in ruoli analoghi, la conoscenza di altre lingue straniere, la laurea, l’aver seguito corsi di formazione, master e/o corsi di specializzazione, perfezionamento e aggiornamento attinenti al profilo. Per i 70 professionisti è invece richiesta la laurea magistrale, specialistica o il diploma di laurea vecchio ordinamento.

Come fare domanda per il ministero del Turismo

La domanda di ammissione alla selezione di Enti per conto del ministero del Turismo deve essere presentata esclusivamente per via telematica. L’invio deve avvenire attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo https://ripam.cloud, previa registrazione sullo stesso sistema. Per la partecipazione alla selezione il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) e dovrà versare una quota pari a 10 euro per le spese di segreteria e amministrative non rimborsabili.

In caso di “prolungata e significativa” indisponibilità della piattaforma informatica, l’Enit si riserva di informare i candidati, al ripristino della funzionalità, circa le eventuali determinazioni adottate al riguardo, mediante avviso pubblicato sul portale. Non si terrà conto delle domande spedite a mezzo raccomandata o presentate a mano direttamente all’Enit o al ministero del Turismo.

La procedura di selezione, per entrambi i concorsi, si articolerà in due step: una fase orale e una di valutazione dei titoli legalmente riconosciuti. La commissione ammetterà alla seconda fase solo chi abbia superato la selezione orale.

Commenta



Articoli correlati

Bonus facciate: le nuove regole

Chiara Santilli

Pensioni, Opzione donna: chi può aderire

Chiara Santilli

Bonus terme, c’è la proroga

Chiara Santilli

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Accept Read More

UA-69141584-2