Investi

Aegon Am, nuovo fondo sulle Abs

La strategia si concentra su investimenti in asset cartolarizzati con un rating considerato ‘non investment grade’

Aegon Asset Management lancia una nuova strategia finalizzata a conseguire un ritorno through-the-cycle di 500 punti base superiore all’Euribor attraverso investimenti attivi in asset cartolarizzati. Il nuovo fondo, Aegon ABS Opportunity Fund, fa leva sull’esperienza di Aegon nel generare un ritorno totale superiore tramite strumenti Abs (Asset-backed securities) e punta sulla competenza di un gruppo globale di 20 analisti concentrato nell’analisi di Abs, con Frank Meijer nel ruolo di portfolio manager. 

Il team, come spiega una nota, ha una lunga esperienza nella gestione di portafogli Abs con diversi profili di rischio-rendimento e attualmente gestisce asset a livello globale per un totale di 15 miliardi di euro. 

L’ABS Opportunity Fund si concentra su investimenti in asset cartolarizzati con un rating considerato “non investment grade”, un’area che il team considera offrire interessanti opportunità in ottica di drawdown, ritorno e volatilità. E’ pensato per investire nell’intero comparto Abs a livello globale, con un focus particolare al mercato europeo. Il fondo segue una strategia che intende offrire agli investitori molteplici benefici, tra cui un profilo rischio/rendimento attraente, una bassa sensibilità ai tassi di interesse e un rendimento interessante. 

Gli Abs offrono inoltre esposizione diretta al rischio dei consumatori, complementare all’esposizione a titoli governativi e societari, entrambi tendenzialmente ben rappresentati all’interno dei portafogli di investimento.

Il fondo si qualifica come Qualifying Investor Alternative Investment Fund di domicilio irlandese ed è attualmente disponibile alla vendita nel Regno Unito, nei Paesi Bassi e in Irlanda, Belgio, Spagna, Italia, Danimarca, Svezia e Norvegia.

“Crediamo che gli investitori siano attratti dagli Abs per varie ragioni, non ultimo il rendimento superiore rispetto alle obbligazioni tradizionali – afferma Meijer -. Molti clienti stanno anche cercando di costruire posizioni nel reddito fisso alternativo o in asset class meno liquide. Il nostro fondo è una strategia alternativa obbligazionaria relativamente liquida che si paragona favorevolmente con altre opzioni come gli hedge fund, che possono essere considerati troppo volatili dagli investitori, o il reddito fisso high yield, dove al momento il rendimento non è sufficiente”.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2