Investi

Anima, con il Pac c’è anche il concorso

Chi sottoscrive il Piano di accumulo parteciperà a un’estrazione a premi

Anima, il più grande gruppo indipendente del risparmio gestito in Italia, ha avviato una campagna di promozione dei Piani di Accumulo del Capitale. Attraverso il concorso “Con il Pac vinci due volte”, Anima associa infatti la sottoscrizione del Piano ad un’estrazione a premi: ogni cliente che nel periodo di validità del concorso (dal 1 settembre al 31 dicembre 2020) sottoscrive uno o più Pac (o Pass o Pam) su fondi comuni di diritto italiano gestiti da Aanima Sgr, può partecipare all’estrazione di una Fiat 500 1.0 Hybrid Pop e di oltre 200 premi in palio, tra cui anche 5 Biciclette elettriche Argento Bike Piuma S.

Il Pac è uno degli strumenti di risparmio più semplici: consente di comprare con regolarità quote di un fondo comune di investimento in modo automatico e indipendentemente dall’andamento del mercato. Investendo un importo ricorrente fisso, anche contenuto, il numero di quote acquistate è maggiore quando le quotazioni di mercato sono più basse; grazie al Pac, dunque, l’investitore adotta in modo naturale un comportamento virtuoso ed evita quegli errori di timing in cui è facile cadere, guidati dall’emotività, soprattutto nei periodi di forte volatilità come quello attuale.  

Il Piano di Accumulo è attivabile sulla maggior parte dei fondi Anima. Il sottoscrittore può scegliere l’importo della rata, la frequenza dei versamenti e la durata del piano. Inoltre, qualora ne avesse la necessità, può in qualunque momento sospendere o interrompere.  

“Gli italiani sono storicamente dei grandi risparmiatori, tuttavia l’educazione finanziaria va ancora spinta e supportata nel nostro Paese, di qui l’iniziativa di un concorso volto a promuovere il Pac nei confronti delle famiglie – spiega Davide Gatti, responsabile divisione retail e private di Anima Sgr -. Il Pac è uno strumento che permette di affrontare con serenità l’investimento in tutti i mercati finanziari, riduce la volatilità, fissa un orizzonte temporale definito e il livello di rischio che il risparmiatore intende assumere. È il modo più semplice per gestire i risparmi in un periodo di incertezza come quello che stiamo vivendo, perché grazie alla pianificazione studiata con il proprio consulente si limitano al massimo gli errori dovuti all’emotività”.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2