Investi

Da Axa Im un fondo Us high yield a basse emissioni

La strategia ha come obiettivo la riduzione dell’impronta di carbonio e dell’intensità idrica, superando di almeno il 20% quella dell’indice Ice BofA Us High Yield

Si chiama Axa Wf Us High Yield Low Carbon Bonds Fund il nuovo fondo targato Axa Investment Managers, che lo definisce “espressione dell’impegno della società a generare valore sostenibile a lungo termine per i suoi clienti, promuovendo al tempo stesso un cambiamento significativo a livello sociale e ambientale”.

Il fondo, che integra già criteri Esg, adotterà un approccio d’investimento sostenibile, escludendo quasi completamente settori a elevata intensità di carbonio come l’industria estrattiva e metallurgica, le acciaierie, le utility e quasi tutti i segmenti del settore energetico. Il processo di selezione delle società in cui investire terrà inoltre conto dei loro punteggi Esg.

Il fondo, che fa parte della gamma Act, aderisce alle politiche di esclusione settoriale e agli standard Esg di Axa Im, che prevedono l’applicazione di filtri selettivi per minimizzare l’esposizione a società con bassi punteggi Esg. Il processo di decisione degli investimenti si baserà sui risultati della ricerca Esg, con riferimento a una serie di indicatori chiave di performance, tra i quali i punteggi relativi all’intensità idrica e di carbonio.

Nel resto dell’universo investibile, gli emittenti sono valutati rispetto ai loro punteggi di intensità idrica e di intensità di carbonio, e le società con livelli eccessivi su questi due parametri sono escluse. Ciò contribuisce ulteriormente ad avvicinarsi al target di intensità idrica e di carbonio del fondo, che punta a scendere almeno del 20% sotto il livello del benchmark. L’asset allocation sarà poi stabilita in base alla valutazione dei fondamentali creditizi e all’analisi del valore relativo.

All’interno del portafoglio complessivo, almeno il 90% delle società dovrà avere ottenuto un punteggio Esg, almeno il 90% un punteggio di intensità di carbonio, e almeno il 70% un punteggio di intensità idrica. Il fondo può investire in società che, secondo Axa Im, dimostrano di avere piani credibili di riduzione dell’intensità idrica e di carbonio, o che offrono prodotti destinati a consentire ad altre aziende di migliorare la propria impronta ambientale. La società di investimenti farà inoltre leva sulle proprie competenze nell’attività di engagement su temi Esg per spingere queste società a migliorare il proprio impatto ambientale.

Il fondo andrà ad arricchire l’offerta di investimenti sostenibili di Axa Im, sottosegmento della gamma di prodotti Act, e sarà classificato ai sensi dell’Articolo 9 della Sustainable Finance Disclosure Regulation dell’Unione europea. Per il momento il prodotto è stato autorizzato ed è disponibile per la clientela privata e professionale nel Regno Unito, in Francia, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Germania, Italia, Liechtenstein, Olanda, Norvegia, Spagna, Portogallo, Svezia e Lussemburgo.

“Noi di Axa Im siamo convinti che l’economia mondiale sia entrata in un ‘decennio di transizione’ verso un modello più sostenibile e decarbonizzato – ha sottolineato Carl ‘Pepper’ Whitbeck, gestore del fondo -. Nel corso di questa transizione, i portafogli che puntano a ridurre proattivamente l’intensità di carbonio dovrebbero essere più capaci di resistere a rischi di natura extrafinanziaria, sovraperformando il mercato in generale. L’intensità idrica e di carbonio sono due indicatori chiave di performance Esg molto seguiti e rientrano tra le più importanti metriche da considerare nell’analisi dell’impatto ambientale delle società appartenenti all’universo Us hy. Axa Wf Us High Yield Low Carbon Bonds Fund può costituire la componente core di una tradizionale strategia Us high yield. Il fondo è facilmente comparabile al benchmark di mercato più ampio ma, grazie alla sua impronta di carbonio molto più ridotta, può consentire ai clienti di centrare i propri obiettivi Esg”.

“In un contesto ancora caratterizzato dalla ricerca di rendimento – ha concluso Whitbeck -, l’attribuzione di punteggi Esg migliori a società dell’universo Us high yield negli ultimi anni ha consentito lo sviluppo di portafogli Us hy a basse emissioni di carbonio. In base alla nostra esperienza, evitare emittenti a elevata intensità di carbonio ha effetti positivi sia in termini di total return che di volatilità, e il nuovo fondo arricchisce in modo sensibile la nostra offerta nel segmento Us high yield”.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2