Investi

Da Deutsche Bank un fondo dedicato alle startup tech

Le aziende saranno selezionate tramite fondi di investimento gestiti da cinque società di venture capital europee

Deutsche Bank ha lanciato un fondo di fondi europeo di venture capital attraverso la sua diivisione International Private Bank destinato sia agli investitori in possesso dei requisiti di cliente professionale e sia ai clienti al dettaglio.

Il nuovo fondo a capitale non protetto e illiquido, distribuito in esclusiva dalla Divisione IPB di Deutsche Bank agli investitori in possesso dei requisiti di idoneità, è destinato a dare accesso a un portafoglio diversificato di aziende operanti nel settore tecnologico europeo e internazionale in fase “growth”, iniziale e intermedia. Le aziende saranno selezionate tramite fondi di investimento gestiti da cinque società di venture vapital europee, Lake Star, Project A, HV Capital, Earlybird e Headline, che hanno sostenuto oltre 50 aziende operanti nel settore tecnologico a livello globale e alcuni tra i principali unicorn europei. 

Il fondo di fondi unisce le conoscenze e le competenze dei cinque gestori di fondi di VC e mira a fornire un’ampia copertura del mercato per il tramite di società di grande esperienza, puntando allo stesso tempo a ridurre il rischio di concentrazione che potrebbe altrimenti verificarsi in un tipico investimento in venture capital o in un singolo fondo e a ridurre le barriere all’ingresso in termini di dimensioni minime degli investimenti.

“Siamo orgogliosi di presentare oggi questo fondo europeo di venture capital per dare ai nostri clienti con sofisticate esigenze di investimento l’accesso a uno dei settori più dinamici del mercato. La partnership con alcune fra le più note aziende europee di VC è un’opportunità per sostenere gli imprenditori europei del settore tecnologico, uno dei settori in crescita più importanti per la nostra regione, l’Europa”, ha dichiarato Claudio de Sanctis, global head di IPB e ceo Europa, Medio Oriente e Africa di Deutsche Bank.

Secondo una ricerca pubblicata dal Chief Investment Office di Deutsche Bank nel settembre 2021, nel secondo trimestre dello stesso anno gli investimenti nel venture capital in Europa hanno raggiunto i 34 miliardi di dollari, guidati in gran parte da imprese mature e unicorn. Nel 2020, il valore complessivo delle transazioni globali di venture capital ha raggiunto i 330,2 miliardi. La quota più ampia di mercato era detenuta dalle Americhe (52,8%), seguite da Asia (31,0%) ed Europa (15,7%). L’Europa è saldamente posizionata come attore tecnologico globale, con un capitale record di 100 miliardi di dollari investito nel 2021, 98 nuovi unicorn e una solida pipeline di start-up, ora alla pari con gli Stati Uniti.

“Siamo onorati di essere i distributori esclusivi di questa innovativa soluzione, che investe in fondi gestiti da società leader nel settore del venture capital in Europa. Il fondo si pone l’obiettivo di democratizzare l’accesso a questa dinamica asset class, offrendo ai nostri clienti l’opportunità di svolgere un ruolo attivo nella definizione del settore tecnologico europeo del futuro”, ha commentato Alessandro Caironi, head of advisory and sales della IPB di Deutsche Bank.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2