Investi

Da Euclidea un nuovo portafoglio Esg

Il portafoglio sarà costruito selezionando sia fondi attivi che fondi passivi, inclusi gli Etf, e avrà costi contenuti

Euclidea, Sim di gestione patrimoniale che offre soluzioni di investimento personalizzate tramite una piattaforma digitale online, debutta negli Esg con il lancio di una nuova linea. Euclidea Green Esg Portfolio, disponibile sul sito internet della wealth-tech italiana, offre la possibilità di investire in società realmente impegnate a rispettare i criteri Esg e a garantire un futuro migliore. 

Questo è possibile grazie all’algoritmo proprietario di Euclidea, attraverso il quale il team è in grado di analizzare e selezionare gli strumenti che valorizzano l’efficienza del portafoglio e simultaneamente rispettano i criteri Esg. L’algoritmo valuta ogni giorno oltre 140 mila strumenti con tecniche statistiche e di machine learning.

Il portafoglio sarà costruito selezionando sia fondi attivi che fondi passivi (inclusi Etf) e, in linea con la filosofia e il Dna di Euclidea, avrà costi contenuti. Il costo medio degli strumenti selezionati sarà infatti inizialmente pari a circa 0,40%.

Il portafoglio avrà un’esposizione globale e conterrà una componente azionaria mediamente pari al 20%. Di norma verranno esclusi i titoli governativi dei Paesi sviluppati per i quali è più difficile fornire una valutazione Esg.

E’ previsto un doppio controllo sulle caratteristiche Esg degli strumenti. Da un lato verranno verificati i prospetti per garantire l’impegno formale dei gestori, dall’altro verranno analizzati i portafogli per verificare che i titoli posseduti siano stati scelti effettivamente con criteri Esg.

Euclidea Green Esg Portfolio investirà in società in grado di dimostrare un miglior utilizzo dell’energia, del trattamento delle acque e dei rifiuti, attenzione per l’ambiente, efficientamento dei processi produttivi e orientate all’utilizzo di gas naturale e idrogeno in sostituzione dei combustili fossili per contribuire all’obiettivo reale di riduzione delle emissioni di CO2. Punterà anche sulle società capaci di garantire il migliore rapporto tra azienda e fornitori che devono agire nel rispetto dei medesimi valori e tutelare al meglio i propri lavoratori, su temi fondamentali come la salute e la sicurezza sul posto di lavoro per generare un impatto sociale positivo. E anche sulle aziende in grado di garantire il rispetto della trasparenza e criteri contabili chiari e totale assenza di conflitto di interessi.

“Negli ultimi anni i temi Esg sono diventati sempre più rilevanti. E’ importante però saper selezionare correttamente le società che realmente rispecchino i criteri Esg e contribuiscano a generare il cambiamento – ha commentato Stefano Rossi, ad di Euclidea -. Noi riusciamo a farlo grazie alla tecnologia che da sempre contraddistingue il modello di Euclidea e che consente ai nostri clienti di ricevere una gestione professionale a costi contenuti. Analizzando i dati di tutti i gestori, siamo in grado di trovare quelli che rispettano in pieno i criteri Esg. E’ stato per noi naturale lanciare questa nuova linea che rappresenta un piccolo ma importante passo verso il raggiungimento di obiettivi globali a tutela del patrimonio ambientale e umano che caratterizza il nostro pianeta. Non è un fenomeno di moda ed avrà un impatto significativo sull’economia reale”.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2