Investi

Da LGIM un Etf per puntare sull’energia pulita

È progettato per investire in società in prima linea nel perseguire l’obiettivo di sviluppo sostenibile numero 7 dell’Onu di aumentare la disponibilità di energia pulita accessibile entro il 2030

Legal & General Investment Management arricchisce la sua gamma di Etf tematici e punta sull’energia pulita con il lancio dell’L&G Clean Energy Ucits Etf. La strategia è quotata in Borsa Italiana, sulla Borsa di Londra, sulla Deutsche Börse e sul Swiss Exchange (SIX) ed è disponibile per gli intermediari e gli investitori retail italiani ed europei. 

L’L&G Clean Energy Etf è progettato per investire in società che sono in prima linea nel perseguire l’obiettivo di sviluppo sostenibile numero 7 delle Nazioni Unite, che mira ad aumentare in modo sostanziale la disponibilità di energia pulita accessibile entro il 2030.

Utilizzando una strategia di investimento dinamica e attiva che valorizza i dati in tempo reale provenienti da oltre 120.000 gare d’appalto e contratti sull’energia in tutto il mondo, l’Etf offre un portafoglio specializzato di società lungo la catena del valore dell’energia pulita, fornendo un’alternativa praticabile e sostenibile al tradizionale settore energetico dominato dai combustibili fossili.

L’Etf sarà ribilanciato due volte all’anno mediante il processo di ricerca attiva per mantenere la diversificazione e intercettare i nuovi player e le tendenze del mercato globale dell’energia pulita, compresi i fornitori di componenti, i produttori di apparecchiature eoliche e solari originali e i produttori di energia nel settore solare, eolico, bioenergetico, idroelettrico, dell’energia oceanica e della geotermia.

“In pochi anni si è formato un consenso globale sul cambiamento climatico, dopo che innumerevoli incendi hanno devastato intere regioni, milioni di persone sono scese in strada per chiedere interventi e il Covid-19 ha sottolineato l’importanza di prevenire minacce incombenti prima che sia troppo tardi- spiega Howie Li, head of Etd di LGIM -. In questo contesto, riteniamo che il mercato dell’energia pulita sia pronto per una crescita secolare a lungo termine. Siamo entusiasti di aver creato questo prodotto per offrire agli investitori un’esposizione a costi vantaggiosi a un paniere unico e diversificato di azioni di aziende che sono parte integrante della crescita globale del settore dell’energia pulita”.

“Il cambiamento climatico è diventato un argomento chiave per i nostri clienti italiani che ci chiedono di investire in prodotti con la minore impronta di carbonio possibile – aggiunge Giancarlo Sandrin, country head Italy di LGIM -. Portando il nostro Etf sull’energia pulita sul mercato, siamo in grado di soddisfare questa domanda e di rafforzare l’offerta di prodotti Esg di LGIM. Ciò consentirà agli investitori di accedere a quelle società in prima linea negli sviluppi nel settore delle energie rinnovabili, aspetto fondamentale per la transizione energetica necessaria per raggiungere gli obiettivi di zero emissioni di carbonio entro il 2050 previsti dall’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici”.

Il lancio di questo Etf si aggiunge alla gamma tematica già esistente di LGIM che comprende otto fondi specializzati, tra cui l’L&G Cyber Security Ucits Etf, con aum di 1,57 miliardi di euro, e l’L&G ROBO Global Robotics and Automation Ucits Etf, con aum di 891 milioni di euro. Il team punta a proseguire la performance positiva registrata recentemente, con sette strategie tematiche su otto che hanno sovraperformato l’indice Msci World dall’inizio dell’anno, in media di oltre il 20% da inizio anno.

Commenta



Articoli correlati

Asset allocation, gli investitori europei tornano all’obbligazionario

Enzo Facchi

Certificati, da Bnp Paribas 15 low barrier cash collect

Enzo Facchi

Oro, i quattro fattori da monitorare nel 2023

Enzo Facchi
UA-69141584-2