Investi

Da Societe Generale i primi certificati sul nuovo indice Mib Esg

Si tratta di due nuovi certificati a leva fissa 7x long e -7x short e di un nuovo certificato benchmark senza leva

Societe Generale ha messo a disposizione degli investitori, sul SeDeX di Borsa Italiana, i primi certificati sul nuovo indice azionario Mib® Esg, l’indice dedicato alle blue-chip quotate su Borsa Italiana che presentano le migliori pratiche in materia ambientale, sociale e di governance.

In particolare, Societe Generale ha emesso due nuovi certificati a leva fissa 7x long (ISIN DE000SF6UT37) e -7x short (ISIN DE000SF6UT45) e un nuovo certificato benchmark senza leva (ISIN DE000SF6UT03). L’indice Mib® Esg, gestito e calcolato da Euronext Paris, fornisce un’esposizione a 40 società selezionate secondo criteri Esg, definiti dalla primaria agenzia di rating Esg europea Vigeo Eiris (Moody’s), partendo dalle 60 società italiane più liquide ed escludendo le società impegnate in attività non compatibili con gli investimenti Esg. La composizione dell’indice viene rivista su base trimestrale e ponderata in base alla capitalizzazione di mercato aggiustata per il flottante. 

“In un contesto di mercato nel quale i criteri di sostenibilità sono sempre più al centro delle scelte di investimento, la nascita del primo indice Esg per investire sulle blue chip italiane rappresenta una tappa importante per il mercato italiano. Per questo siamo orgogliosi di essere il primo emittente ad offrire certificati che consentano, sia in ottica di trading che di investimento, di esporsi al nuovo indice Esg di riferimento del mercato italiano”, ha commentato Costanza Mannocchi, head of exchange traded products di Societe Generale in Italia. 

Questi certificati non hanno una scadenza predefinita (open-end). Il loro rimborso può avvenire durante la vita del prodotto a discrezione dell’emittente o dell’investitore secondo le modalità previste nelle condizioni definitive del prodotto. L’investitore può altresì vendere il prodotto sul mercato, nel quale Societe Generale ha assunto impegni di liquidità infragiornaliera. 

Gli SG certificati a leva fissa, classificati come certificati a leva secondo la classificazione Acepi, replicano indicativamente (al lordo di costi, imposte ed altri oneri) la performance giornaliera del sottostante moltiplicata per la leva fissa positiva o negativa. La leva fissa viene ricalcolata ogni giorno ed è valida solo intraday e non per periodi di tempo superiori al giorno (c.d. compounding effect). Nel caso di movimenti estremi ed avversi del mercato, è previsto un meccanismo automatico di rettifica infragiornaliera della leva. Tale meccanismo è volto ad evitare che il valore del prodotto diventi negativo, tuttavia in alcune circostanze di mercato non consente di evitare che il valore del prodotto si azzeri. Questi prodotti sono altamente speculativi e presuppongono un approccio di breve termine e un monitoraggio continuo dell’investimento. Gli SG certificati benchmark, classificati come certificati a capitale non protetto secondo la classificazione Acepi, replicano in modo lineare l’andamento del sottostante al quale si riferiscono (al lordo di costi, imposte e altri oneri).

Commenta



Articoli correlati

Azionario, fino a quando durerà il rally?

Enzo Facchi

Dollaro, ecco cosa accadrà nel 2023 

Enzo Facchi

Certificati, da Unicredit 25 nuovi fixed cash collect

Enzo Facchi
UA-69141584-2