Investi

Fondi, da Aberdeen SI un tris per il clima

Al via una nuova gamma di fondi che mira a sostenere la transizione verso l’azzeramento delle emissioni globali

Aberdeen Standard Investments ha annunciato il lancio di una gamma di fondi per il clima che mirano a sostenere la transizione verso l’azzeramento delle emissioni globali. Contrastare il cambiamento climatico è infatti una delle problematiche più pressanti dei nostri tempi, e la transizione verso un’economia globale a impatto zero presenta sfide e opportunità. 

In nuovi fondi sono tutti Articolo 9 in base al regolamento Sfdr Ue e ciascuno si focalizza su aspetti specifici del percorso verso lo “zero netto”, fornendo agli investitori l’accesso alle opportunità di investimento offerte dalla transizione climatica globale. La gamma ASI orientata al clima consente ai clienti di accedere a diversi risultati, in funzione del modo in cui desiderano allocare il loro capitale per farsi promotori del cambiamento.

Il primo è Aberdeen Standard SICAV I – Global Climate and Environment Equity Fund, che investe in aziende che innovano e forniscono le soluzioni di cui abbiamo bisogno per raggiungere lo zero netto. Si tratta di società che forniranno soluzioni ai settori ad alta intensità di carbonio dell’economia, tramite un quadro di riferimento tematico combinato all’analisi sui fondamentali

portafoglio concentrato di società, che riflette la nostra maggiore convinzione in termini di rendimenti finanziari e impatto climatico. Il team di investimento è esperto e dinamico e beneficia di un’ampia base di ricerca con oltre 130 gestori azionari in tutto il mondo che interagiscono attivamente con il management delle aziende sulle tematiche associate al clima.

Il secondo fondo della gamma è l’Aberdeen Standard SICAV I – Climate Transition Bond Fund, che investe nelle principali società attive nella riduzione delle emissioni; società con piani di transizione credibili e ambiziosi attive in settori a elevate emissioni e società che eccellono in altri settori. Il fondo inoltre investe in progetti che affrontano l’impatto fisico del cambiamento climatico, insieme a fornitori di soluzioni che supportano altri segmenti dell’economia per contribuire alla decarbonizzazione tramite i loro prodotti o servizi. Il risultato è un portafoglio di emittenti di debito, che punta a mitigare le cause del cambiamento climatico e aiutare la società ad adattarsi alle sue conseguenze. Il fondo sfrutta un approccio globale non vincolato per offrire un rendimento totale interessante e un reddito elevato e investe nell’impegno verso la transizione globale a un’economia a basso impatto di carbonio e aiuta la società ad adattarsi alle conseguenze del cambiamento climatico. È gestito dal Team Global Fixed Income esperto composto da oltre 130 persone, che gestisce attivamente oltre 16 miliardi di euro in asset Esg a reddito fisso dedicati.

Chiude la gamma dei nuovi fondi, l’Aberdeen Standard SICAV II – Multi- Asset Climate Opportunities Fund, che supporta le soluzioni per il clima come l’energia pulita, i veicoli elettrici e le tecnologie di smart working investendo in azioni, obbligazioni e infrastrutture rinnovabili. Il fondo beneficia della elevata diversificazione insita nel nostro approccio multi-asset e mira a generare rendimenti interessanti nel lungo periodo. Investe in un portafoglio diversificato di azioni e obbligazioni emesse da società il cui business principale è quello di offrire prodotti e servizi che consentono la transizione verso un’economia sostenibile a basso impatto di carbonio. Il fondo dovrebbe ottenere un punteggio leader di mercato nella Tassonomia Ue.

“Il cambiamento climatico è una delle minacce più grandi del nostro tempo e influisce non solo sulle future generazioni ma anche su molti Paesi e aziende in tutto il pianeta – afferma Eva Cairns, head of climate change strategy di Aberdeen Standard Investments -. Per affrontarlo sono necessari migliaia di miliardi di dollari di investimenti ogni anno per azzerare le emissioni nette di gas serra nel mondo. Questa trasformazione offre agli investitori interessanti opportunità. Per esercitare un impatto sul mondo reale, dobbiamo guardare al futuro e investire nelle aziende che forniscono soluzioni e che aiuteranno a portare avanti la transizione verso l’azzeramento delle emissioni nette”.

“Alla base del nostro approccio all’analisi degli scenari climatici c’è l’idea che una metodologia previsionale, rigorosa e trasparente sia fondamentale per integrare i rischi e le opportunità sul clima nel nostro processo decisionale di investimento, in modo da generare e offrire ai nostri clienti risultati superiori. Riteniamo che il nostro approccio specifico rappresenti un passo avanti significativo nel campo dell’analisi degli scenari climatici, offrendoci maggiore fiducia nei risultati e nella loro applicabilità all’investimento nel mondo reale”, conclude Cairns.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2