Investi

Obbligazionario, conta più la qualità della duration

Secondo il 27% degli strategist, i rialzi dei tassi potrebbero continuare a ridurre il valore delle obbligazioni, creando opportunità interessanti su base selettiva. La survey Natixis Im

Dall’ultimo Strategist Survey di Natixis Investment Managers emerge la centralità della questione che riguarda il rialzo dei tassi. Infatti uno dei maggiori cambiamenti nel panorama degli investimenti nei primi sei mesi dell’anno è stato di certo il lento e costante aumento dei tassi d’interesse, con i rendimenti dell’obbligazionario che hanno seguito la stessa traiettoria.

Il 73% degli intervistati ritiene che ci saranno altri aumenti, a dimostrazione dell’attenzione con cui monitoreranno da vicino le politiche messe in atto dalle banche centrali nel corso del secondo semestre. Nello specifico, il 36% ritiene che i Treasury statunitensi concluderanno l’anno in un range il 3% e il 3,5%. Una percentuale simile tra gli esperti coinvolti nel sondaggio prevede un numero di rialzi ancora maggiore, con i tassi che nelle loro previsioni supereranno anche il 3,5% entro la fine dell’anno.

“Quest’anno i mercati obbligazionari globali hanno subito perdite senza precedenti e pochi avrebbero anche solo pensato alle obbligazioni come del denaro privo di protezione. Tuttavia non mancano I segnali che ci fanno pensare che abbiamo superato l’apice delle pressioni inflazionistiche e che ora è il momento di trovare le opportunità che si presentano, ad esempio nei settori finanziario, energetico e industriale”, spiega Adam Abbas, portfolio manager e co-head of fixed income di Harris Associates.

In generale, gli strategist stanno esaminando questo nuovo panorama del reddito fisso e non c’è un’opinione condivisa su larga scala sul reale significato per gli investitori. Secondo il 27% degli esperti coinvolti, i rialzi dei tassi potrebbero continuare a ridurre il valore delle obbligazioni, creando opportunità interessanti su base selettiva.

Tra questi c’è chi sostiene che è ora di ricominciare a comprare obbligazioni; il 24% di questi si concentra sulla qualità del credito piuttosto che sulla duration, riconoscendo quindi importanza soprattutto alla qualità in questa fase di mercato.

Commenta



Articoli correlati

Inflazione, in Europa vola al 9,8%

Andrea Dragoni

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione
UA-69141584-2