Investi

Piazza Affari, i top pick di Mediobanca per il 2021

Poste, Enel, Inwit, Cnh, Prysmian e Moncler i migliori su cui puntare secondo gli esperti. Il punto settore per settore

Per il 2021 meglio scegliere quelli che ce la possono fare da soli. Il consiglio arriva dagli esperti di Mediobanca Securities che in una nota dal titolo “In Search of Secular (Growth) Trends” fanno il punto su Piazza Affari. Ebbene, secondo gli analisti nel 2020 l’Italia ha registrato una recessione senza precedenti e, con un debito al 160%, ci sono pochi spazi per degli stimoli fiscali. Per questo, la strategia di MB favorisce le aziende che possano implementare ‘strategie di auto-aiuto’ collegate ai forti trend di crescita sottostanti, che includono bassi tassi di interesse, il green, la trasformazione digitale e l’adozione di modelli di economia circolare e sostenibile.

Secondo gli analisti, in questo senso gli assicurativi si trovano in una posizione migliore rispetto alle banche grazie alla maggiore visibilità sui risultati nel breve-termine e all’assenza di esposizione al deterioramento del credito. Diversa la situazione dei titoli del risparmio gestito, che dovrebbero continuare a beneficiare della correlazione inversa con uno scenario di tassi ultra-bassi. I nomi preferiti di Piazzetta Cuccia sono: Poste Italiane (outperform), Unipol (riavvio copertura con outperform) e Banca Mediolanum (outperform).

Si prospetta in crescita il 2021 per le utility, che secondo gli analisti giocheranno un ruolo chiave nel recupero grazie ad una nuova ondata di investimenti per supportare la transizione energetica: Enel (outperform) e Snam (outperform) sono i titoli ‘core’, mentre al contrario Eni (neutral) e Saras (underperform) continueranno a soffrire di minori margini di raffinazione. Sale invece il giudizio di Tenaris a neutral e scende quello di Maire Tecnimont a underperform. 

Nell’ambito delle tlc, poi, MB riduce il rating di Tim a neutral da outperform mentre nel segmento infrastrutture, gli analisti considerano Astm e Enav come attraenti (rating outperform per entrambi).

Passando all’auto, gli esperti restano cauti su Pirelli (neutral) e Brembo (neutral) mentre Cnh (outperform) dovrebbe continuare a beneficiare del posizionamento sui macchinari speciali. Upgrade a outperform invece su Piaggio alla luce dell’atteso veloce recupero per il mercato delle due ruote.

Nel segmento degli industriali MB apprezza soprattutto Prysmian (outperform) e Danieli (outperform da neutral) alla luce delle loro soluzioni tecnologiche in ambito green. Gli esperti apprezzano anche l’esposizione all’healthcare (Recordati, outperform) e al contrario tagliano il rating di Leonardo a neutral a causa della persistente debolezza dell’aviazione civile.

Downgrade anche per Buzzi a neutral, mentre viene incrementato il giudizio su Monncler a outperform da neutral grazie all’eccellente posizionamento, l’approccio di successo nel digitale e l’upside legato all’integrazione di Stone Island.

Infine, ecco quindi i top pick degli esperti di Piazzetta Cuccia per i prossimi 12 mesi: Poste, Enel, Inwit, Cnh, Prysmian e Moncler. Nell’ambito delle small cap, invece, al vertice troviamo: Anima, Astm, Bbf, Garofalo, Piaggio e Tinexta.

Commenta



Articoli correlati

Inflazione, in Europa vola al 9,8%

Andrea Dragoni

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione
UA-69141584-2