Investi

Pimco lancia un nuovo fondo Esg

prestito personale

La strategia mira a generare un reddito interessante per i clienti attraverso un focus sugli investimenti sostenibili

Pimco, uno dei principali gestori di investimenti obbligazionari al mondo, ha lanciato il Pimco Gis Esg Income Fund, che seleziona investimenti con forti credenziali ambientali, sociali e di governance, mirando al contempo a mantenere un reddito elevato e costante per gli investitori.

Il fondo sarà gestito da un team di senior portfolio manager con in media oltre vent’anni di esperienza d’investimento: Joshua Anderson, managing director; Jing Yang, executive vice president; Jelle Brons, executive vice president; Dan Ivascyn, chief investment officer e managing director del gruppo Pimco; e Alfred Murata, managing director.

Il Pimco Gis Esg Income Fund è l’ultima aggiunta ai prodotti Income di Pimco e all’offerta di fondi Esg. La Gis Income Suite di Pimco comprende il Gis Income Fund e il Gis Low Duration Income Fund. L’offerta di Gis Esg Fund di Pimco comprende, tra gli altri, il Gis Global Bond Esg Fund, il Gis Emerging Markets Bond Esg Fund e il Gis Climate Bond Fund. Come altri prodotti Income, il Pimco Gis Esg Income Fund persegue un approccio globale, multisettoriale e flessibile, ma è dedicato esclusivamente agli investimenti legati all’Esg per coloro che vogliono perseguire un reddito da fonti più sostenibili.

“In un contesto di investimento caratterizzato da tassi più bassi più a lungo, Pimco è ben posizionata in quanto gestore attivo per trovare opportunità interessanti in un panorama di investimenti in rapida evoluzione che include una maggiore domanda di strategie che mirano a investimenti sostenibili – spiega Ivascyn -. L’aggiunta del Pimco Gis Esg Income Fund porta la leadership di Pimco negli investimenti orientati al reddito ai clienti che vogliono una strategia Esgunica e dedicata”.

Commenta



Articoli correlati

Certificati, arrivano i Mini Future sulla volatilità

Andrea Dragoni

“Il mercato Orso non è ancora finito”

Redazione

Obbligazionario, il peggio è alle spalle

Enzo Facchi
UA-69141584-2