Investi

Utili, gli Usa battono l’Europa

comprare ai minimi

Per Generali Investments gli utili dell’Area euro torneranno ai livelli del 2019 nella seconda metà del 2022, mentre quelli a stelle e strisce già a fine 2021

La stagione dei risultati 2020 negli Stati Uniti si sta avvicinando alla sua fase finale, con l’83% delle aziende Usa che hanno già comunicato i risultati rispetto al 56% per l’Europa. Le aziende statunitensi stanno registrando un’inversione di tendenza sia nella crescita degli utili che in quella dei ricavi: da -8% nel terzo trimestre al +6% per gli utili e da -2,7% a +2,5% per i ricavi.

Diversa la situazione al di qua dell’Oceano, come fa notare Vladimir Oleinikov, senior quantitative analyst di Generali Investments. “In parte a causa delle misure di contenimento adottate, la crescita degli utili su base annuale per le società europee è rimasta negativa come nel terzo trimestre (-23%). Il settore energetico in Europa (-76%) ha mostrato di gran lunga i risultati peggiori, con la crescita mediana del segmento al netto del settore energia pari al 2,9%”. 

La crescita delle vendite delle imprese presenti nell’indice Msci Europe è leggermente migliorata ma è rimasta ancora negativa: da -14,4% nel terzo trimestre a -9,7% nel quarto. Anche il trend degli utili in Europa è inferiore a quello degli Stati Uniti, 66% contro 82%. Nonostante gli ottimi risultati degli utili Usa, la guidance corporate è più debole rispetto al trimestre precedente.

“Per il 2021, vediamo il rischio di revisioni positive legate ai programmi di vaccinazione, alla riapertura delle attività e al sostegno della politica globale fiscale e monetaria”, avverte quindi spiega dunque Oleinikov.

“Prevediamo che gli utili dell’Area Euro torneranno ai livelli del 2019 nella seconda metà del 2022, mentre quelli degli Stati Uniti a fine 2021: il minor peso nel listino Usa dei titoli energetici e finanziari ed il maggior peso del comparto tecnologico spiegano la più rapida ripresa degli utili statunitensi”, conclude.

Commenta



Articoli correlati

Tempi duri per l’azionario Usa

Enzo Facchi

Unicredit, nuova serie di certificati turbo open end 

Enzo Facchi

Mercati e stretta monetaria: come orientarsi

Enzo Facchi
UA-69141584-2