Primo piano Risparmia

Bonus affitto 2022, ecco a chi spetta

L’agevolazione è stata confermata anche per quest’anno. È destinata a chi ha tra i 20 e i 31 anni e prende in affitto una casa o una stanza

Confermato per il nuovo anno il bonus affitto. L’ultima legge di Bilancio prevede anche per il 2022 la misura pensata per agevolare l’uscita dei giovani dal nucleo familiare. L’agevolazione è infatti destinata a chi ha tra i 20 e i 31 anni e rientra nel ‘pacchetto affitti’ per cui il governo ha stanziato circa 30 miliardi di euro. Ecco come funziona.

Quanto vale il bonus affitto

Il bonus affitto consiste in una detrazione pari al 20% dell’ammontare del canone di locazione, fino a un limite massimo di 2mila euro. Nella misura sono compresi anche gli studenti fuori sede che affittano una stanza in un’altra città per frequentare l’università.

Il bonus affitto è un contributo a fondo perduto erogato dall’Agenzia delle Entrate. La novità per il 2022 è che l’importo massimo detraibile è sceso da 2.400 a 2.000 euro.

Chi può farne domanda

Può accedere al bonus affitto chi ha un’età compresa tra i 20 e i 31 anni non compiuti ed è in possesso di un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro l’anno. Il richiedente deve aver stipulato un contratto di locazione per un’intera unità abitativa o per una parte di essa, la quale verrà destinata a residenza, cioè a “prima abitazione”.

L’agevolazione può essere richiesta solo nei primi 4 anni della durata del contratto di locazione e l’immobile deve risultare intestato a chi richiede il bonus. L’abitazione non deve essere quindi riconducibile a nessun altro se non al giovane che abita nell’appartamento o nella stanza in affitto.

La detrazione è possibile per tutti i tipi di immobili. Fanno però eccezione i seguenti: immobili vincolati ai sensi della legge 1 giugno 1939, n. 1089 o inclusi nelle categorie catastali A/1, A/8 e A79, che sono sottoposti esclusivamente alla disciplina relativi agli articoli 1571 e seguenti del Codice civile; alloggi di edilizia residenziale pubblica, su cui si applica la relativa normativa vigente, statale o regionale; alloggi finalizzati a scopi turistici.

Come richiedere il bonus affitto

Per il momento non sono ancora disponibili informazioni dettagliate su come richiedere il bonus affitto per il 2022. La procedura dovrebbe però essere simile a quella del 2021. L’anno scorso era necessario compilare dei moduli sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Questi documenti, da compilare dopo il contratto di locazione con l’inquilino, includevano i dati personali e un impegno alla rinegoziazione del canone e alla riduzione dello stesso.

Commenta



Articoli correlati

Covid, come ottenere il rimborso se ci si ammala prima delle vacanze

Chiara Santilli

Reddito di cittadinanza, scatta la stretta

Chiara Santilli

Saldi estivi al via dal 2 luglio: le cose da sapere

Chiara Santilli
UA-69141584-2