Primo piano Risparmia

Cashback Autostrade, ecco come ottenere il rimborso per i ritardi

Al via il cashback automatico del pedaggio Aspi in caso di traffico intenso dovuto ai cantieri. Per ottenerlo basta un’app

È partito il cashback Autostrade. Dal 15 settembre è infatti possibile chiedere ad Aspi, la società che gestisce tremila chilometri di rete autostradale, il rimborso del pedaggio in caso di ritardi causati da cantieri e lavori. Una soluzione, annunciata nel giugno scorso e condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, che ha proprio l’obiettivo di riparare a eventuali disservizi attraverso il risarcimento parziale o totale del costo del viaggio.

Autostrade per l’Italia ha infatti avviato un programma ininterrotto di lavori di ammodernamento complessivo, che durerà qualche anno e riguarda ogni tipologia di infrastruttura in gestione: viadotti, gallerie e barriere. L’obiettivo è di estenderne la durata, rinnovando il loro ciclo di vita, grazie a 21,5 miliardi tra investimenti e manutenzioni previsti. Inevitabili però i disagi ‘collaterali’ per chi viaggia.

Chi ha diritto al rimborso del pedaggio

Il cashback Autorstrade sarà erogato esclusivamente in caso di ritardi generati da cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia che influiscono sulla regolarità dei transiti a causa della riduzione delle corsie originariamente disponibili (esclusa la corsia di emergenza) e potrà essere riconosciuto già per itinerari brevi, a partire da 15 minuti di ritardo, consentendo l’accesso a rimborsi dal 25% al 100% del pedaggio, sulla base del tempo effettivo di viaggio e sulla lunghezza del percorso effettuato. 

La misurazione avviene in base ai tempi di viaggio medi, calcolati su una velocità media di 100 km/h per le auto, 70 km/h per i mezzi pesanti.

Non rientrano nell’iniziativa i ritardi non legati alle attività di Aspi, di natura imprevedibile come traffico intenso, incidenti, eventi meteo, manifestazioni, o qualunque altra motivazione non connessa al piano di lavori per l’ammodernamento delle infrastrutture autostradali.

Cashback Autostrade, come funziona

Per accedere al cashback Autostrade è sufficiente scaricare la app Free to X, già disponibile su tutti gli store per dispositivi Android e IOS. Gli utenti potranno ottenere un rimborso sia per i pagamenti con dispositivi di telepedaggio, sia per pagamenti con carte di credito, di debito, Viacard e contanti. Chi ha sistemi di telepedaggio, potrà inserire i riferimenti relativi al dispositivo prescelto per ricevere in automatico la notifica del cashback, limitandosi alla conferma dell’itinerario. A chi utilizza contanti o carte, per richiedere il rimborso sarà sufficiente inviare la fotografia, sempre tramite app, della ricevuta di pagamento, ritirata al casello di uscita.

Durante la fase sperimentale, fino al 31/12/2021, i rimborsi saranno accumulati – per tutte le tipologie di pagamento – nella sezione “borsellino” e gli accrediti verranno erogati a partire da gennaio 2022, per i transiti effettuati dal 15 settembre, sul proprio conto corrente, tramite bonifico o per quanto riguarda gli operatori di telepedaggio secondo modalità in corso di definizione.

Per supportare gli utenti in questi mesi di sperimentazione di massa, Free To X ha attivato diversi canali dedicati: dal sito internet www.freeto-x.it, al servizio di customer care disponibile nella sezione Assistenza dell’app Free To X, attivo con operatore dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00, e il sabato dalle 8:00 alle 14:00. Per il contatto diretto con assistenti per l’utilizzo dell’applicazione, è disponibile il numero verde: 800. 93.2000.

Commenta



Articoli correlati

Piano del tifoso, il rendimento sale al 34,22%

Andrea Dragoni

Natale, si rischiano rincari per 1,4 miliardi

Enzo Facchi

Contributo partite Iva, domande fino al 13 dicembre

Enzo Facchi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Accept Read More

UA-69141584-2