Primo piano Risparmia

Cashback, si ricomincia con Satispay: 150 euro in sei mesi

La app di pagamenti premia le spese fino a 20 euro e prevede un tetto massimo di restituzioni di 25 euro al mese per arrivare a 150 euro nel semestre

Se il cashback di Stato è sospeso per (almeno) sei mesi, quello targato Satispay va invece avanti. La nota app di pagamenti e scambio di denaro via smartphone ha infatti deciso di proseguire con i rimborsi per un altro semestre, fino a fine dicembre 2021.

Come funziona il cashback Satispay

L’iniziativa coinvolgerà i nuovi clienti del mese di luglio ai quali sarà data la possibilità di accumulare fino a 150 euro, con la stessa formula del cashback di Stato a cui Satispay ha collaborato, cioè il 10% sulle transazioni nei negozi fisici fino a un massimo di 2 euro per operazione (per incentivare le piccole spese fino a 20 euro), ma questa volta in tranche fino a un massimo di 25 euro ogni mese.

Chi si iscriverà a Satispay a luglio con il codice promo cashback, una volta completata l’iscrizione, avrà diritto fino al 31 dicembre 2021 a un rimborso del 10% per acquisti nei negozi fisici convenzionati con la app e aderenti all’iniziativa, fino a un massimo di 150 euro, in linea con la formula adottata finora dal governo.

Il programma verrà finanziato dalla società che ad oggi è arrivata a contare 1,8 milioni di utenti e vuole proseguire nell’obiettivo iniziale di aumentare la diffusione dei pagamenti digitali anche per i piccoli importi. 

I numeri

D’altra parte nel primo semestre di cashback, da gennaio a fine giugno, Satispay ha registrato – solo considerando i pagamenti nei negozi fisici – 25 milioni di transazioni, con una crescita di circa il 210% rispetto allo stesso periodo del 2020, per un volume di circa 340 milioni di euro in crescita del 127%. Particolarmente interessante è anche il numero degli esercenti affiliati al network, che nonostante le difficoltà dell’ultimo anno, ha registrato una crescita del 35% rispetto a giugno 2020.

“Per quanto ci è possibile faremo in modo che il lavoro fatto non sia disperso – ha spiegato Alberto Dalmasso, ceo e co-founder di Satispay -, investendo direttamente i nostri capitali per sostenere gli incentivi, convinti che siano lo strumento giusto per cambiare le abitudini di pagamento e rendere anche l’Italia un’economia digitale”. Sono quasi 10 milioni le persone che si sono iscritte al programma del cashback di Stato, una grossa fetta che Satispay punta a intercettare.

Cos’è Satispay

Satispay è una app per smartphone che permette di pagare nei negozi, scambiare denaro fra amici, saldare bollette e bollo auto, ricaricare il telefono ed altro, con la semplicità con cui si manda un sms o un messaggio WhatsApp. Una volta scaricata, è sufficiente associare l’Iban di un proprio conto corrente, registrare i documenti richiesti e stabilire una quota massima di spese settimanali. Una volta a settimana Satispay verifica le spese effettuate o i soldi incassati e funziona come una sorta di salvadanaio da cui attingere in caso di necessità.

Commenta



Articoli correlati

La classifica dei supermercati più convenienti: risparmi fino a 1.720 euro l’anno

Enzo Facchi

Hype si rinnova: ecco Radar, Salvadanaio, Investimenti e Mutui

Enzo Facchi

Bonus Inps per studenti, via alle domande per avere fino a 1.300 euro

Enzo Facchi

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Continuando a navigare accettate il loro utilizzo. Accept Read More

UA-69141584-2