Certificati

Cash collect, i certificati con cedole periodiche

Cash collect

Cosa sono e come funzionano i certificati Cash collect con cedole condizionate e incondizionate, e un premio alla scadenza

I Cash collect sono certificati a capitale condizionatamente protetto che offrono cedole ricorrenti durante la vita del certificato e un premio alla scadenza se il valore sottostante è superiore o uguale a un livello prefissato in fase di emissione. (leggi anche “Certificati di investimento, la guida“ e i “Certificati a capitale protetto“).

Al pari di tutti gli altri certificati di investimento, i Cash collect consentono di prendere esposizione a diverse asset class (azioni, indici azionari, valute, tassi di interesse, materie prime), ma la protezione del capitale è condizionata al non raggiungimento di un livello barriera stabilito in fase di emissione.

Le caratteristiche dei Cash collect

La caratteristica principale che contraddistingue i certificati Cash collect è il riconoscimento di cedole periodiche durante la vita del certificato. Cedole che possono essere sia incondizionate sia condizionate.

Le prime vengono pagate sempre o comunque, indipendentemente dall’andamento del sottostante. Le cedole condizionate, invece, sono riconosciute all’investitore solo se in determinate date di osservazione il valore del sottostante è superiore o uguale a un livello prefissato in fase di emissione.

Per ottenere le cedole, dunque, non è necessario che il sottostante abbia un andamento positivo, ma è sufficiente che il cosiddetto livello Barriera non sia stato infranto.

Alla scadenza, poi, si potranno verificare due possibili scenari:

  • il valore del sottostante sarà uguale o superiore al livello Barriera stabilito in fase di emissione; in questo caso l’investitore si vedrà riconosciuto il valore del capitale investito maggiorato di un premio prefissato
  • il valore del sottostante sarà inferiore al livello Barriera stabilito in fase di emissione; in questo caso l’investitore riceverà come rimborso un importo correlato all’andamento del sottostante.

Un esempio pratico

Un esempio pratico potrebbe aiutare a capire meglio il funzionamento dei certificati Cash collet. Supponiamo di investire in un Cash collect certificate sul titolo Enel con prezzo di emissione 100 euro, scadenza a 1 anno, valore iniziale del sottostante 5,90 euro, data di rilevazione iniziale 3 giugno 2022, premi incondizionati mensili pari a 1,25 euro corrisposti a luglio, agosto, settembre e ottobre, e premi condizionati mensili pari a 1,25 euro corrisposti a novembre, dicembre, gennaio, febbraio, marzo, aprile, maggio e giugno.

La data di rilevazione finale è l’1 giugno 2023, con un premio condizionato alla scadenza pari a 1,25 euro. Il livello Barriera è fissato a 4,42 euro, un valore corrispondete al 75% del valore iniziale del sottostante.

Investendo 100 euro in un certificato così strutturato si riceveranno quattro cedole periodiche incondizionate da 1,25 euro, per un importo complessivo di 5 euro, e si potrebbero ottenere altre 8 cedole da 1,25 euro ognuna, per un importo complessivo di 10 euro, se nelle date di rilevazioni mensili il valore Enel sarà superiore al livello Barriera fissato a 4,42 euro.

Alla scadenza, poi, per il Cash collect con sottostante Enel si potranno verificare due possibili scenari:

  • alla scadenza il titolo Enel quota a un valore pari o superiore al livello Barriera (4,42 euro); in questo caso l’investitore si vedrà riconosciuto il valore del capitale investito, ipotizziamo 100 euro, maggiorato del premio da 1,25 euro;
  • alla scadenza il titolo Enel quota a un valore inferiore al livello barriera (4,42 euro). L’investitore perde la possibilità di incassare il premio da 1,25 euro e perde anche la protezione condizionata del capitale investito, registrando così una perdita commisurata all’andamento del sottostante. Per esempio, se alla scadenza del certificato Enel dovesse valere 4,13 euro, l’investitore subirebbe una perdita del 30%, e quindi si vederebbe rimborsato solo 70 dei 100 euro investiti.

I rendimenti

Nella migliore delle ipotesi, quindi, investendo in un certificato così strutturato, tra cedole e premio alla scadenza, l’investitore potrebbe ottenere un valore complessivo di 16,25 euro, pari a un rendimento del 16,25% rispetto ai 100 euro investiti.

Ipotizzando l’incasso delle sole cedole incondizionate e del premio alla scadenza, invece, il rendimento nei 12 mesi scenderebbe al 6,25 per cento.

Nella peggiore delle ipotesi, invece, ovvero nel caso in cui l’investitore non dovesse riuscire a incassare né le cedole condizionate né il premio alla scadenza, il rendimento del 5% delle cedole incondizionate non basterebbe a compensare la perdita subita per effetto del crollo delle quotazioni di Enel.

Torna a I Bonus certificate che premiano alla scadenza

Commenta



Articoli correlati

Rendimento, come ottenerlo con i certificati

Andrea Dragoni

I Bonus certificate che premiano alla scadenza

Andrea Dragoni

Airbag, i certificati a capitale condizionatamente protetto

Andrea Dragoni
UA-69141584-2