Casa&Famiglia Primo piano

Spending review, italiani pronti a tagliare le spese

È quanto emerge da una ricerca condotta da Revolut sulle contromisure che gli italiani adotteranno al rientro dalle vacanze

Sono 22 milioni gli italiani in vacanza, e per i molti vacanzieri partiti all’inizio del mese, la settimana di Ferragosto segna già la fine delle ferie e il rientro nella propria città. E molti dei vacanzieri che stanno per tornare a casa sono già pronti a fare una spending review.

È quanto emerge da una ricerca condotta da Revolut su come gli italiani affronteranno la questione dello sforamento del budget in vacanza e su quali contromisure adotteranno una volta tornati a casa. Lo studio è stato effettuato in collaborazione con la società di ricerche Dynata su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 1000 individui maggiorenni.

Sforare il budget vacanze, il 13% non se ne cura 

Il 70% degli italiani ha fissato un budget prima di partire per le vacanze, tra chi cerca attentamente di non eccedere (41% del campione) e chi solitamente non riesce a rispettarlo (29% del campione). Al rientro dalle ferie estive, quindi, capiterà a molti di accorgersi di aver superato il limite prefissato, ma l’atteggiamento di 6 intervistati su 10 è abbastanza indulgente: da un 11% che non se ne accorgerà dato che afferma di non gestire le sue spese troppo in dettaglio, a un 35% che se ne preoccuperà solo un po’ per poi dimenticarsene, passando per un 13% che pensa “si vive una volta sola!”. 

C’è invece un 27% che al rientro dalle vacanze stabilirà un piano di recupero, rinunciando ad alcuni extra e gestendo il denaro con attenzione per un periodo di tempo, mentre solo il 14% tornerà a casa dalle vacanze tranquillo, dato che, grazie alla propria capacità di controllo delle spese, non sfora mai il proprio budget. In particolare, dichiara questa particolare attenzione al controllo dei costi il 17% delle donne contro l’11% degli uomini. 

Al rientro si limitano le spese 

Che abbiano impostato e sforato o meno il budget, al rientro dalle vacanze il 65% degli italiani tenderà a spendere meno del solito per qualche settimana. Un italiano su 3 dice che cercherà di spendere solo il necessario ed eviterà le spese extra (come cene fuori e shopping) per un po’ di tempo, mentre il 35% proverà a spendere meno ma manterrà comunque qualche attività extra per assicurarsi un po’ di divertimento.

Ancora una volta sono le donne che cercheranno di controllare maggiormente la propria spesa: il 39% degli uomini dichiara infatti di avere l’intenzione di spendere come al solito una volta rientrato dalle vacanze, ma afferma lo stesso solo il 28% delle donne. 

I progetti dopo le ferie: buone abitudini e risparmio

Il ritorno da un viaggio rappresenta un nuovo punto di partenza per il 47% delle donne e il 37% degli uomini, in modo simile all’inizio di un nuovo anno. Sono diversi i progetti che gli italiani hanno al rientro dalle vacanze, ma i più sentiti sono quelli relativi al proprio benessere: il 34% afferma di volersi dedicare più spesso a ciò che ama, necessità sentita particolarmente dagli intervistati over 45, e il 33% afferma di voler iniziare una nuova routine quotidiana, fatta di attività come sport, meditazione e buone abitudini, in particolare lo dice il 43% dei rispondenti della Gen Z. 

La terza attività a cui gli italiani vogliono dedicarsi al rientro dalle vacanze è il risparmio, indicato dal 27% degli intervistati e in particolare dal 30% delle donne e dal 24% degli uomini. Sei italiani su 10 affermano inoltre che le App finanziarie e gli strumenti digitali possano essere un valido aiuto a controllare le spese ed evitare sprechi di denaro. Il 40% del campione pensa che gli strumenti digitali possano aiutare concretamente ma debbano essere abbinati a buona volontà e autocontrollo.

Commenta



Articoli correlati

Casa, comprare è sempre più caro. Crollano le vendite

Enzo Facchi

Assegno di inclusione, al via le domande

Enzo Facchi

Rottamazione quater, ultima chiamata per pagare le prime due rate

Enzo Facchi
UA-69141584-2